giovedì 20 ottobre 2016

Sindaci al mercurio

Rispetto alle emissioni di mercurio dall'inceneritore del Gerbido, il coro dei sindaci diretto da Roberto Montà, (Grugliasco) accompagnato da Franco Dessì (Rivoli), Maurizio Piazza (Beinasco) e Eugenio Gambetta (orbassano) riesce a dire:
"il problema è sicuramente lo sforamento anomalo dei limiti di mercurio, anche se ci viene assicurato che non ci sono rischi per la salute visto che il limite di legge è 10 volte superiore".
"Poiché i dati che si sono stati mostrati non erano preoccupanti riteniamo che ci siano stati altri elementi che hanno determinato questa fuga in avanti"
"Il Comitato (NdR: "Locale di Controllo") non deve essere svuotato delle sue funzioni..."

Dovrebbero spiegarci 3 cose.


1) Perché hanno voluto dare maggiori garanzie alla popolazione ponendo limiti più restrittivi alle emissioni dell'inceneritore del Gerbido?
Al momento la risposta è semplice. Hanno provato a "fare i fighi" e nella peggiore delle ipotesi di cavarsela con un po' della solita fuffa del PD.Già in passato, quando si è presentata l'eventualità, ci hanno detto che avevano messo limiti più restrittivi solo per scherzare. Attendiamo una spiegazione.
2) Per loro i dati non sono preoccupanti. Perché? perché sono inferiori ai limiti di legge? 
Non è una domanda. E' solo un invito ad andare a studiare.
3) Ci dicono che Il Comitato Locale di Controllo non deve essere svuotato delle sue funzioni? Ma se l'hanno congelato! C'è ancora l'avviso dell'ultima riunione del 29 gennaio 2014. Dopo si sono impegnati solo a taroccare le regole.
La tutela dell'ambiente e la tutela della salute, sono cose complesse. I fattori di nocività si mescolano, interagiscono.E fanno brutti scherzi. 
Il principio di precauzione (per intendersi uno dei principi che il governo italiano vuole seppellire con il TTIP, ma forse loro non se ne rendono neppure conto...) è una cosa seria, destinata a persone serie. A Grugliasco, ma non solo, se ne riempivano la bocca, ma hanno bocciato ogni mozione dell'opposizione che andasse in quella direzione.
Allora mi chiedo se per Montà & C "il problema dello sforamento anomalo dei limiti di mercurio" sia un problema di salute e ambiente o sia un problema perché TRM non può fare i profitti promessi.
Mi viene però un piccolo dubbio.... Il mercurio è un neurotossico, e la cosa è nota a molti. Sono molti meno quelli che sanno che il cappellaio pazzo è pazzo, perché facendo cappelli inala vapori di mercurio.
Adesso non preoccupatevi. Le emissioni di questi giorni sono uno dei tanti problemi causati normalmente da un inceneritore
E' per questo che non vogliamo bruciare rifiuti! Per qualcuno è bello, nella teoria. Per tutti è brutto nella pratica! Ma le dosi di questi giorni altro non sono che quello che amministrazioni ottuse hanno deciso di regalarci per i prossimi 20 anni.
Anche se un piccolo dubbio mi viene.... Il mercurio è neurotossico, .... i Sindaci dicono cose prive di senso ..... mah .....
Carlo

Nessun commento:

Posta un commento