giovedì 30 gennaio 2014

CLdC - Non lo dicono, ma confermano che la sorveglianza sanitaria della popolazione è inutile. Come il CLdC.


Riunione del Comitato Locale di Controllo del 29 gennaio 2014 presso il Comune di Torino.
Arrivo al  Municipio di Torino e fuori c'è un po' di polizia, poi un po' di gente ferma davanti ad un cancello chiuso ed alcuni vigili urbani. Chiedo "E' qui la riunione del Comitato Locale di Controllo?" I vigili mi guardano e "Sì, per di qua" facendomi passare. Montgomery e cartella in pelle fanno tanto intellighentia di sinistra.
Qualche protesta. "Dobbiamo entrare anche noi". Passare così, non è sportivo. "Veramente anch'io devo andare lì "solo" per ascoltare".
Un po' d'imbarazzo.Mi fermano. Poi "C'è posto ancora per 15 persone". "Che fortuna, siamo di meno" . E così per entrare, i vigili ti prelevano i documenti. Lasciamoli fare, se si divertono così. (non i vigili, per carità, facevano solo diligentemente il loro lavoro). Arriviamo in sala e altro che "ancora 15 posti liberi".
Premesso che mi vergogno un po' per essere stato scambiato per uno "degli altri" cosa è successo di interessante nel corso della riunione?

lunedì 27 gennaio 2014

TRM: "Il mio vino? E' a norma!"

Oramai TRM non riesce a vendere la sua immagine, neppure se può parlare senza contraddittorio.
Oggi la seduta del Consiglio comunale di Beinasco  prevedeva la discussione di alcune interpellanze. Ma è anche stata annunciato un ordine del giorno collegato alle dimissioni del tecnico nominato dal Comune di Beinasco nel Comitato Locale di Controllo, con richiesta delle dimissioni della presidente del CLdC.
L'unica delibera ha riguardato la "Beinasco Servizi", società che assomiglia straordinariamente alla Grugliaschese "Le Serre";  è una società che in origine si occupava di cultura e servizi e che oggi gestisce lavori pubblici. Ed oggi il Consiglio comunale è stato chiamato a modificare lo statuto. Perché? Perché occorre avere qualcuno che sia pronto a gestire il teleriscaldamento.
I motivi contro e a favore discussi in consiglio sono di scarso interesse. Si riducono alla dinamica destra/sinistra relativa sullo stato imprenditore/stato erogatore di servizi.

Un Comitato Locale di Controllo veramente dinamico

Con nota del 27 gennaio 2014 è  pervenuta alle ASL, al 'ARPA ed alle Amministrazioni locali la seguente comunicazione.

OGGETTO: Convocazione incontro Comitato Locale di Controllo – Rettifica luogo

Per motivi tecnici e logistici, legati anche alla presenza del Dott. Alimonti dell’Istituto Superiore della Sanità proveniente da Roma, la seduta del Comitato Locale di Controllo si terrà  presso il Comune di Torino anziché presso il Comune di Grugliasco  MERCOLEDI' 29 GENNAIO 2014, ORE 17.00 - Sala Colonne del  Comune di Torino - Piazza Palazzo di Città,1 

All'ordine del giorno troviamo: Programma SPoTT. Presentazione dei primi risultati sullo stato di salute e sui livelli di accumulo di metalli prima dell’avvio dell’impianto di termovalorizzazione del Gerbido.
Quindi, tralasciando lo stato di salute della popolazione si parlerà dell'accumulo di metalli prima dell'avvio dell'impianto

domenica 26 gennaio 2014

Ma, dove sono finiti i verbali del Progetto non rifiutarti di scegliere? Qui, in questo post!

Quello di far evaporare i documenti scomodi è un vizietto che che i nostri amministratori locali non riescono proprio a togliersi. Ma ci sono 2 aspetti positivi. Il primo è che riusciamo a recuperali lo stesso. Il secondo che è evidente che hanno paura della loro pessima scelta.
Quando mi hanno detto che sul sito della Provincia di Torino non si trovano più i documenti della Commissione Bobbio, per intendersi la commissione che ha lavorato al progetto "Non rifiutarti di scegliere" (quello pubblicizzata con mega manifesti dove si vedeva una città di Torino completamente sommersa dai rifiuti, con la sola Mole Antonelliana che emergeva......), prima non ci ho dato peso.
E poi, eh no! Di nuovo! Ma è possibile che non riescano a controllare i loro impulsi. Possibile che ci ricadano tutte le volte!?! Possibile che la storia del Progetto "Non rifiutarti di scegliere" possa fare paura ancora oggi che hanno costruito l'inceneritore al Gerbido?
Certo che è possibile. Perché i "conduttori" volevano ad ogni costo discutere di dove mettere l'agognato inceneritore, mentre da fuori si pretendeva che la discussione riguardasse la politica e la gestione dei rifiuti.
E poi la Commissione Bobbio giunse a conclusioni sulla localizzazione dell'inceneritore che non vennero rispettate. Ed oggi, quanti si ricordano ancora dell'Assessore Gamba - favorevole all'ipotesi dell'inceneritore - che però ammoniva di stare attenti a non rispettare le conclusioni della Commissione; si sarebbero prodotti danni gravi.

sabato 25 gennaio 2014

La mia maestra diceva "Parla come mangi". Un buon consiglio per TRM e CLdC

Principio di precauzione. Chi era costui?
Sul sito del Comitato Locale di Controllo, nella sezione Documenti, alla voce "l'impianto" troviamo un documento di TRM "Note sui primi mesi di esercizio provvisorio -  Incontro del Comitato Locale di Controllo" datato 9 ottobre 2013
In assenza di commenti, dobbiamo ritenere che il documento di TRM sia fatto proprio dal Comitato Locale di Controllo.
Per il documento, scritto con un tono che vorrebbe esere amichevole ed autorevole nelle prime pagine riesce a dire:
"Per la complessità e la numerosità degli strumenti che compongono l’impianto, in esercizio provvisorio è fisiologico che momenti di attività si alternino a momenti di fermo: eventuali malfunzionamenti di alcune strumentazioni, infatti, possono essere rilevati (e quindi corretti) solo se l’impianto viene messo in funzione.

Pensano che fare attenzione alle parole possa cambiare la sostanza, invece la sostanza continua ad uscire dal camino!

Attenti alle parole
Decidere di dedicare un sabato pomeriggio di gennaio a lavorare sull'inceneritore, non è proprio una libidine. Neppure per un consigliere comunale di opposizione a Grugliasco.
Ma, muoversi tra la maldestra informazione fatta da Amministrazioni locali, TRM e Comitato locale di Controllo ogni tanto può farvi morire dalle risate.
Andiamo con ordine.
Stavo selezionando testo da un documento del CLdC, anzi di TRM, ama fa poca differenza, e lo incollavo in word. Poi leggo e rileggo, e qualcosa non mi quadra. 
Provateci anche voi
Se cliccate su questo questo link, finite nella sezione documenti del sito del CLdC, più precisamente sulla pagina "impianto"
Selezionate il terzo documento  "09.10.2013 -  TRM. Resoconto esercizio provvisorio"
Si apre la prima pagina di un pdf con una serie di slides
TRM                                                       Il Termovalorizzatore di Torino
Note sui primi mesi di esercizio provvisorio
Incontro del Comitato Locale di Controllo
Torino, 9 ottobre 2013
-------------------------------

venerdì 24 gennaio 2014

Ma nella proposta di legge elettorale c'è più arroganza, o più stupidità?

Ma sono proprio convinti che sia sufficiente fare una vaccata di legge elettorale per riuscire a mantenere la poltrona?
Se i resoconti dei giornali sono veritieri, l'unica differenza tra la legge elettorale attuale, il "Porcellum" e la proposta di legge elettorale di Renzi è che non ci saranno maggioranze diverse tra Camera dei deputati e Senato. Ma non per merito della legge elettorale.
La responsabilità per le aberrazioni della proposta di legge elettorale sono di fatto scaricate su Berlusconi. Tutte cose note, direte voi.

Ma, questa mattina mi ha colpito una dichiarazione di Renzi, che ha detto che per  lui vanno bene le proposte che arrivano dal (parte del) PD di introdurre le preferenze, ridurre il premio di maggioranza ed abbassare la soglia per i partiti piccoli, sempreché queste proposte vadano bene a tutti. In altri termini: "Viene prima il parere di Berlusconi, che quello della minoranza del PD". 

giovedì 23 gennaio 2014

Ma chi ci guadagna sull'energia?

La chiusura di centrali elettriche è un brutto segno e sorprende solo chi pensava che la crisi economica si risolvesse con battute da talk show. La riduzione dei consumi in Piemonte è vertiginosa e non dipende dai cittatini che usano le lampadine a basso consumo. Da una parte ci sono grandi interessi, quasi mai al centro dell'attenzione, dall'altra c'è l'opportunità di innovare e cambiare. Quindi, ricevo e pubblico.

A febbraio del 2009, l’allora Presidente del consiglio Silvio Berlusconi siglò un accordo per la produzione di energia dall'atomo con il presidente francese Nicolas Sarkozy L'intesa intendeva gettare le basi per un'ampia collaborazione in tutti settori della filiera produttiva, dalla ricerca allo stoccaggio di materiale radiattivo. 
Nella conferenza stampa tenutasi al termine dell’incontro, Berlusconi rivendicò l’importanza strategica della produzione di energia con centrali nucleari Dobbiamo svegliarci dal nostro sonno, adeguarci, perché il futuro è nel nucleare e additava come errore storico l’uscita dal nucleare

mercoledì 22 gennaio 2014

Dimissioni e gettoni

Montà e Maisto hanno trovato  una soluzione per la miniIMU. ... almeno per i consiglieri comunali. Se la pagheranno con un consiglio comunale di 15 minuti 

Oggi a Grugliasco si è tenuta una seduta del Consiglio comunale convocata solamente per la sostituzione dei Stefano Amato consigliere M5S con Natale Lo Santo. Scelta sicuramente legittima, ma inopportuna.
Andiamo alla cronaca:
Alessandro Di Pierro: ringrazia e saluta Stefano Amato  
Il Sindaco Monta': ringrazia e saluta Stefano Amato.
La Presidente del consiglio comunale, Maisto: saluta e ringrazia Stefano Amato
Anche Carioscia, non sia mai detto,saluta  Stefano Amato
Con questo crescendo di commiati, fossi stato Stefano, avrei toccato ferro. Oppure mi sarebbe scappato da ridere.

martedì 21 gennaio 2014

Australia

L'Australia esiste sul serio e non è proprio dietro l'angolo.
Un giorno arriva Luca e dice "Eh, allora, ... beh, vado in Australia". "Sì, sì, va bene. Ci sono tante cose che puoi fare. Pensaci su". Mai contraddire un figlio quando per ragioni misteriose inizia a volteggiarti intorno a cerchi concentrici e non capisci se stia per planare o per spiccare il volo.
L'Australia è quel posto quasi agli antipiodi che è un continente, anzi no, il continente è l'Oceania (che per essere un continente è un po' un ossimoro) che non è neppure del tutto agli antipodi dell'Italia come la Nuova Zelanda, che ha pure una forma che assomiglia all'Italia.
Poi, cribbio, ci vuole andare sul serio! o no! Che faccio?!?  
Finisce che ci si trova "alla" Malpensa (come dicono i Milanesi) e si molla

lunedì 20 gennaio 2014

Preferiscono di no

"La preferenza? ma con la crisi che c'è, ringrazia che ti diamo ancora un posto in cui votare!"
Può darsi che discutano di legge elettorale perché non sanno che pesci pigliare con l'economia, con l'ambiente, con il lavoro. Ma la discussione sulla legge elettorale è molto meno interessante della discussione tra un tifoso del toro ed uno della juve dopo il derby. 

Ora che Renzi, in fase maniacale, non abbia saputo resistere alla tentazione di dire "Silvio, alzati e cammina" non stupisce. Tanto tra poco, come ogni segretario del PD che si rispetti, sarà in fase depressiva.
Ma io ho alcune domande sulle leggi elettorali, e voi magari sapete rispondermi
  • Perché quando hanno scelto il maggioritario non si sono posti la domanda su come sarebbero avvenute le riforme costituzionali? Oggi la Costituzione può essere modificata da una maggioranza di parlamentari che rappresenta una minoranza dei cittadini. E riformare la Costituzione non c'entra nulla con la governabilità.

Sicurezza sul lavoro 1 - Quando tutti chiedono più controlli

Quando succedono tragedie sul lavoro tutti chiedono più controlli. Salvo poi lamentarsi del "peso sulle aziende". I controlli sulla sicurezza nelle aziende sono indispensabili , ma ... qualche volta viene il dubbio che la richiesta derivi da un desiderio di rimozione...
Ci avete mai fatto caso? Periodicamente, in occasione di ricorrenze (per esempio la giornata delle vittime degli incidenti sul lavoro), o in occasione di pubblicazione di dati dell'INAIL,  tutti i giornali e notiziari ci dicono che negli ultimi anni i morti sul lavoro (intesi come morti da infortuni lavorativo) sono calati molto. Alcuni mesi fa si vantava una riduzione del 20% degli infortuni negli ultimi 5 anni. 
In realtà l'argomento è molto meno semplice di quanto possa sembrare ai non addetti ai lavori, ma  non è neppure così complicato da doverlo riservare a pochi eletti.
Quello su cui vorrei soffermarmi è che ancora nel 2014 degli "addetti ai lavori" (...? ...) e di conseguenza i giornalisti parlino di diminuzione dei morti sul lavoro riferendosi alla riduzione numero dei morti e non alla riduzione frequenza degli eventi.

9 novembre


Non c'è che dire. Oltre che essere il compleanno di Elio (Auguri!) il 9 novembre è un giorno di grande casino.

1799: Napoleone va al potere.
1917: Stalin entra a far parte del Consiglio dei commissari del popolo con l'incarico di occuparsi degli affari delle minoranze etniche (!)
1923: tentativo di presa del potere di Hitler
1989: cade il muro di Berlino
2016: cade Hillay Clinton e vince Donald Trump.

Comunque ho finalmente (di nuovo) capito come mai il Senato USA è per definizione sempre repubblicano
Carlo

domenica 19 gennaio 2014

Visto come funziona l'inceneritore del Gerbido, i responsabili tecnici dell'impianto non dovrebbero essere sostituiti?

Non c'è solo la responsabilità penale. Chi progetta e costruisce un impianto che si guasta in continuo, probabilmente è inadeguato per il compito che gli è stato assegnato. E lo stesso vale per chi gestisce l'impianto
E' cominciato così. Sembrava quasi uno scherzo! Ma poi l'inceneritore del Gerbido ha continuato ad inciampare in "malfunzionamenti". Guasti in lingua italiana.
Oggi la catena di "problemi" verificatasi all'inceneritore del Gerbido dopo il 20 dicembre da nuova attualità al filmato di Rifiuti Zero di Trino che comprende il Servizio del TG3 del Piemonte del 19 settembre scorso. Fondamentalmente si è trattato di una soletta pubblicitaria rifilata ai piemontesi. Anche senza correre il rischio di fare giornalismo d'indagine non dovrebbe essere difficile fare di meglio.
I ritardi nella realizzazione dell'opera già significativi in precedenza, sono esplosi con i due tragici incidenti mortali sul lavoro. 

Occhio non vede, voto non duole

Sempre in tema di corretta informazione della popolazione sui rischi
Me ne ero quasi dimenticato, ma qualche intemperanza relativa alla corretta informazione della popolazione sui rischi, questa mattina, al risveglio mi ha fatto tornare in mente una vecchia vicenda.  Era il 2012, e venivano fatti passare treni con scorie nucleari, quanto pare senza avvisare il Sindaco.Vista la normativa, la  minoranza (Grugliasco Democratica ed Ecologisti e Reti Civiche), tanto per dare una mano a risolvere problemi di interesse collettivo, presentò una mozione che richiedeva la corretta informazione del Sindaco. La maggioranza riusci a votare contro.
Siamo sempre lì. Fanno cose di cui hanno paura ed hanno paura di come possa reagire la popolazione.
Carlo

sabato 18 gennaio 2014

Dal Gerbido a Gioia Tauro e ritorno

La spirale della politica che usa i tecnici e dei tecnici che si fanno usare dalla politica
Nel tardo pomeriggio di giovedì 16 doveva andare in scena una recita collaudata. Si riuniva il Comitato Locale di Controllo e gli Amministratori locali avrebbero dovuto esprimere la loro preoccupazione per le emissioni dell'inceneritore, per un verso chiedendo rassicurazioni ai tecnici e per altro verso  "minacciando" provvedimenti. 
Tra i tecnici c'era l'ARPA e, ovviamente (...?), TRM. Considerato che l'acume di qualche amministratore locale aveva percepito aria di buriana, si erano anche invitati i medici "di ARPA e ASL". Un medico ovviamente non poteva dire nulla di specifico sulle esposizioni in corso, salvo cose già dette e ridette. Ma si sa,  il camice bianco ha il suo fascino e magari può servire zittire qualcuno. 
I brillanti strateghi della politica di Torino e cintura non sono riusciti a pensare a nulla di meglio. Che

Ma i tecnici che si occupano di ambiente e di tutela della salute sono corrotti ed asserviti al "Potere"? E raccontano bugie ai cittadini?

Ma come salta in mente ad uno come me che da sempre si occupa di prevenzione di porre pubblicamente questa domanda? E' un ottimo modo per farsi linciare pubblicamente da cittadini e amici o da colleghi. Magari da entrambi!
Ma i tecnici che si occupano di ambiente e di tutela della salute sono corrotti ed asserviti al "Potere"? E raccontano bugie ai cittadini?
Se la risposta dovesse limitarsi ad un "SI" oppure a un "NO" sarebbe un suicidio. Non sarebbe una domanda interessante se non ci aiutasse a capire alcune cose.
In primo luogo occorre dire che gran pare delle persone che si occupano di "prevenzione" o di "protezione ambientale" nei servizi pubblici sono persone molto motivate che hanno scelto questo mestiere. Alcuni rinunciando a lavori ben più remunerati. Il fenomeno era più significativo in passato, ma esiste ancora oggi.
E allora che cosa c'è che non funziona?
In primo luogo occorre dire che c'è stata una forte spinta a settorializzare le attività di "prevenzione"  (con questa parola intendo tutto: prevenzione, protezione, salute, ambiente). Il maggiore grado di specializzazione e le esigenze di efficienza sono sicuramente una causa, ma sono soprattutto un pretesto. Quando ad una singola struttura viene detto "tu occupati di questo, e solo di questo" ed a un'altra "tu occupati solo di quest altro" e così via, si possono produrre tanti dati, ma

giovedì 16 gennaio 2014

CLdC - Tutti assieme appassionatamente

Qualcuno, quando è molto preoccupato preferisce non pensare e lasciare che le cose vadano come vadano. E' quello che è successo oggi al Comitato Locale di Controllo
La riunione di oggi del Comitato Locale di Controllo sull'inceneritore del Gerbido è stata molto vivace, ma soprattutto è stata molto istruttiva. Per chi ha voglia di capire. 
Il pubblico (non erano i cittandini, era pubblico) ha assistito alla rappresentazione in un clima che ricodava i saloon degli spaghetti western. Tranquilli, nessuno ha sparato sul pianista, ma nessun attore riusciva a completare la propria battuata senza essere sommerso da fischi, buuu, applausi (ironici), urla, domande rancorose, vaffa, di ogni dimensione e colore, ecc.
E cosi vi ho già sommerso di post: un primo sulla inadeguatezza di molti tecnici , poi un altro su come questi politici logorano l'ARPA ed infine un terzo su come una comunicazione supina si sia rivoltata contro gli apprendisti stregoni.
MA proviamo a capire alcune cose.

Comitato Locale di Controllo - ancora

Allora, le Amministrazioni di Beinasco e di Grugliasco (PD) chiedono una riunione urgente del CLdC e questo viene convocato in pochi giorni. Lo chiede l'amministrazione di Rivalta, ad agosto e il CLdC e' convocato ad ottobre. Sarà la paura delle emissioni di voti che si spargeranno nell'ambiente!
Quindi quantomeno vediamo che sanno bene che sono le loro scelte ad allontanare le persone, non L'antipolitica! Che poi l'antipolitica  fa tanto "dottor Quatermass".
Quando si fa una scelta politica sbagliata, poi si paga pegno! Quando si tenta di far passare per buona una scelta pessima, si va incontro al disastro! E non lo dico con soddisfazione. Sarà una catastrofe che ci coinvolgerà tutti. 
Mamma mia la Pannocchia! Ma insomma sono 25 anni che abito al Gerbido e le puzze non ci sono mai state! Possibile che si debbano usare le strutture preposte alla tutela dell'ambiente e della salute per tentare di dire che i problemi non esistono? E lo fanno con i nostri soldi! Di nuovo "cornuti e mazziati".
Per favore, possiamo respirare le puzze e gli inquinanti. Ma non possiamo sopportare che ci dicano "tutto va bene"
Dato che io sono un inguaribile ottimista, spero sempre che qualche "politico" si interroghi sulla incontenibile cagnara che ha accompagnato il comitato locale di controllo di oggi. E, da solo, prima di andare a dormire, non privi a cavarsela dicendo che è tutta colpa dei cittadini.
La sintesi dell'incontro di oggi è' che i cittadini vedono emissioni, fumi, ecc. è i tecnici dicono "va tutto bene! Lo dice la scienza !" La distanza tra il percepito, il vissuto e le misure degli strumenti, e' così grande che tutti dovrebbero interrogar si non sui risultati, ma sul significato delle misure!
Carlo


Comitato Locale di Controllo 2 - la vendetta.

Quanto è ingrato il compito  dei tecnici che, per guadagnarsi lo stipendio, devono relazionare in sede pubblica su questioni come le immissioni dell'inceneritore. Fino a quando si presentano i dati in riunioni a porte chiuse, tutto va bene. il profilo e basso, ci si da ragione reciprocamente. Al CLdC ci sono tecnici che vengono mandati allo sbaraglio da apprendisti stregoni. Qualsiasi cosa dicano sono "pelati vivi" dal pubblico. Mi dispiace, perché alcuni sono degne persone, altri, beh, quantomeno non non sono tanto capaci a fare il loro mestiere! 
Ma la responsabilità delle scelte e dei politici, che se ne stanno zitti zitti, tentando di non farsi notare. I tecnici finiscono per essere gli sciamani che provano a far digerire le conseguenze delle scelte dei politici.
Ma non essendo stato fatto il lavoro vero prima, ora ne pagano le conseguenze. E se lo meritano. Si fosse seguito un approccio partecipato, a partire da "non rifiutarti di scegliere" però si sarebbe finiti da un'altra parte. Si sarebbe affrontato il tema dei rifiuti e non si sarebbe andati a fare l'inceneritore.
La credibilità dell'ARPA viene messa in discussione non da tecnici scorretti ma dall'uso delle informazioni prodotte. La comprensione dei problemi deriva dal rapporto tra le informazioni. Qui invece si annegano le informazioni in un mare di dati. Nulla di diverso da quando la vostra assicurazione vi fa firmare una polizza di 8 pagine, scritta fitta fitta in caratteri di punto 6.
Viviamo in una delle aree con il maggiore inquinamento atmosferico d'Europa. Non è colpa dei tecnici che fanno le misure. E' colpa dei politici che si ostinano a fare scelte sbagliate.
Il sindaco Piazza si chiede se questi problemi sono legati all'apertura  precipitosa dell'inceneritore, fatta solo per ottenere i contributi ecologici. Non vorrei deluderlo, ma non deve chiedere lumi! Conosce già la risposta! È il sindaco Monta' si dimostra più adeguato come tecnico, che come decisore politico! E non faccio un complimento al tecnico!

Comitato Locale di Controllo

Mamma mia! Che imbarazzo! Ma come è possibile che gli amministratori locali accettino interventi
di tecnici come quello del Doktor S. Che si dilunga a disquisire sulla reperibilità dei numeri di telefono delle persone coinvolte nello studio di sorveglianza sanitaria della popolazione residente nei pressi dell'inceneritore del Gerbido? nessuno di loro sente una stonatura?   Quando la dottoressa P. Dice "Ovviamente ci sono stati dei sforamento delle emissioni"  non si sente un po' strana? E quel sentirsi un po' furbetti, sotto sotto non la mette un po' a disagio. è i Sindaci?
non capiscono proprio che organismi come il comitato locale di controllo portano alla tomba la democrazia. Non c' è uno qui dentro che si ponga la domanda su cosa significano i valori limite! Che tristezza!
Carlo

Niente Male!


Come non ricordarsi, l'Unità annunciava «BASTA CON LA DC» ed un box accanto alla testata recitava «Numero speciale: diffondetelo in ogni casa!». 
«Lo storico discorso di Berlinguer» alla chiusura della Festa nazionale dell'Unità di Genova, nel 1978, annunciava la fine de compromesso storico e non risparmiava insulti ad Agnelli e riconoscendo le colpe dei dirigenti del Pci criticava duramente lo stalinismo.
Discorso tenuto di fronte a 10 milioni di compagni, tanto che per permettere a tutti di esserci, 2 milioni di compagni sommozzatori avevano tenuto sulle loro spalle altri 2 milioni di compagni.
Per una volta il partito faceva quello che i suoi militanti desideravano.
Il tempo passa e la storia si ripete «BASTA CON L'INCENERITORE» il pubblico sarà solo un po' meno numeroso, ma l'entusiasmo non sarà minore! E dire che c'era chi pensava che scherzassero! 
Ed invece no. Oggi colgono l'ultima occasione per non perdere la faccia!
Carlo

mercoledì 15 gennaio 2014

Tanto va la gatta al lardo che ci lascia lo zampino!

 Clamorosa svolta delle Ammistrazioni di centro sinistra
Finalmente!  Domani giovedì   16 gennaio alle 17.00 presso il Municipio di Grugliasco, si riunirà il Comitato Locale di Controllo. Al centro della riunione i ripetuti malfunzionamenti dell'inceneritore del Gerbido che hanno accompagnato le festività di fine anno.
Il susseguirsi di guasti e malfunzionamenti per i quali gli Amministrazioni locali per un po' di mesi hanno accettato la tesi delle "normali disfunzioni del periodo di messa a regime" hanno adesso  determinato quello che nessuno si sarebbe aspettato: la maggioranza degli amministratori di centro-sinistra dirà "basta con l'inceneritore del Gerbido!" (sì proprio "inceneritore", non "termovalorizzatore"!)
Ammetto che non ci avrei sperato. Quantomeno non così in fretta! 
Non ricordo una simile "capriola" dai tempi della Festa nazionale dell'Unità del settembre 1978! Comunque ben venga. 
Può darsi che la svolta derivi solo dalla paura del giudizio degli elettori, ma qualcuno (qualcuno, non tutti) sembra davvero essere stato fulminato "sulla via di Damasco".
Speriamo che  capiscano che adesso devono lavorare per la riduzione dei rifiuti e che non ci sia qualche nuovo fan delle discariche.
A domani. Sarà  una riunione da non perdere.
Carlo





domenica 12 gennaio 2014

Nonno Libero capolista di "Carcerati per Cöta"?

Che il capolista di "Pensionati per Cota" fosse Michele Giovine mi è sempre sembrato essere un simpatico ossimoro. Per il futuro magari ci offriranno Verdi come capolista degli "Ecologisti padani" oppure Nonno Libero a capo di "Carcerati per Cota".
I commenti sulle irregolarità nella presentazione  delle Liste alle Regionali del Piemonte e sui 1383 giorni necessari per giungere alla sentenza sono reperibili ovunque. io mi limieterei a un semplice "E poi dicono che il delitto non paga! ".  
Quello che non riesco a capire è come un lista che è riuscita a raccogliere soli 19 candidati, alcuni dei quali negano perfino di essersi voluti candidare, possa avere raccolto 27.797 voti in Piemonte.
Poi leggo Gramellini l'12 gennaio sul La Stampa
"l’interprete di una fiction di successo (tal Gabriel Garko), in cui recita la parte indispensabile del Malvagio, è perseguitato da lettere minatorie e minacce di morte. Alcuni telespettatori di polizieschi sono penetrati nottetempo in casa sua per aggredirlo e una piratessa della strada gli ha maciullato la macchina con il cric, intimando: «Devi lasciare in pace Carmen!», il personaggio di Manuela Arcuri che il Malvagio perseguita senza soste, se non quelle imposte dalla pubblicità". Suggeriscio a tutti di leggere Gramellini e mi viene il dubbio di avere trovato almeno parte delal spiegazione
Ciao
Carlo

lunedì 6 gennaio 2014

2014

Usato sicuro


Buon anno! No, non buon anno nuovo. Anche se tentano di spacciarvelo per nuovo, il 2014 è un usato sicuro. Meglio che niente.
Per cui gli auguri di buon anno ve li porta la Befana.  
E così avremo tante cose a cui pensare. Baste riuscire  farlo divertendosi
la deforestazione
E poi tanto altro, anche se su questo non tutti si divertono allo stesso modo!
Carlo


sabato 4 gennaio 2014

Prevenzione in pillole - prevenzione e protezione

Prevenzione e protezione
Chi di voi non ha mia sentito parlare di prevenzione protezione? Nessuno! Da quasi 20 anni il "Servizio di Prevenzione e Protezione" è una presenza - di solito un po' vaga ed impalpabile - che aleggia nei luoghi di lavoro.  L'SPP (essepipi - servizio di prevenzione protezione) quasi sempre non suscita grande empatia, anzi, diciamocelo, è piuttosto antipatico.
Eppure dovrebbe fare cose molto gradite a tutti noi: dovrebbe occuparsi della nostra sicurezza della nostra salute sul lavoro. Dovrebbe essere bello, magari impegnativo, ed invece normalmente vediamo una cosa grigia e noiosa. E spesso e e volentieri ci fanno fare delle cose francamente inutili. O no?