domenica 18 febbraio 2018

Con i giochi di parole e le finte prese di posizione si finisce sotto al 20%

"Se non ci votano è colpa dei populisti!"
"Se non ci votate vanno al governo i fascisti!" "Il governo con la destra più becera che ci sia mai stato!"
"E' colpa dei traditori di LeU!" (NdR: "Ma dai! Hanno solo fiutato l'aria e capito che li avreste trombati! Come poi avete fatto con persone di livello quali Luigi Manconi!")

Adesso che il 20% sta diventando un sogno più che un incubo,  continuo a sentire affermazioni che farebbero scoppiare dal ridere se non fosse vero che ci attende un governo fatto dalla destra più becera.
Adesso che sanno che saranno spazzati via, è scomparsa  (quasi) l'arroganza. Vie fatta qualche critica all'"acqua di rose" a Renzi, ma nessuno sembra avere capito come tutto ciò sia successo.
Le cause sono molte, Della paura, parliamo un'altra volta.
Oggi mi limito ad osservare che gli eredi del PCI non sono mai stati capaci di assumersi le proprie responsabilità (oddio, alcuni si, ed hanno fatto porcate. Ma la massa (?) vorrebbe essere bella, di sinistra, ...con molto buon senso, però...) tutelare i deboli e gli oppressi (senza farsi male, però....).
Allora succede che avendo le mani legate e non avendo altre caratteristiche (NdR: "attributi" suonerebbe male....), i nostri amici del PD (e sigle precedenti) pensano di cavarsela con giochi di parole o finte prese di posizione.
Una delle cose più carine che ho incontrato in consiglio comunale è "la valorizzazione del territorio". Una bella cosa, giusto?

Peccato che il cittadino normale sia ingenuo (lo dico con il massimo rispetto. Essere ingenui è bello e fa stare bene!"). Pensa ad  un mondo (un territorio) che viene migliorato, in cui si vivrà meglio.
Ed invece la valorizzazione del territorio è la trasformazione di terreni agricoli in terreni edificabili. I terreni acquistano valore. Quindi sono valorizzati.
La fregatura, per chi fa così, è che alla lunga i cittadini non capiscono, ma intuiscono!
Le finte prese di posizione, derivano dall'assoluta incapacità di concepire un mondo diverso e di intuire che la politica dovrebbe aiutare ad indirizzare verso un mondo migliore (che poi è differente a seconda dei punti di vista). 
Ma per loro no! Non esistono alternative! Si tratta solo di "fare le cose bene". E loro pensano di essere più in gamba. (e fosse così, invece delle elezioni, dovremmo fare un concorso...)
Cosi capita (è solo un esempio, ma carino ....) che il PD grugliaschese faccia un ordine del giorno sul CETA
"Il CETA introdurrebbe un'inevitabile deregolamentazione (....) anche delle tutele dei produttori e dei consumatori per il settore agroalimentare"               ("BRAVI!")
"le imprese agricole nordamericane risulterebbero avvantaggiate dalla diversa regolamentazione sanitaria, di trasparenza e di tutela dei prodotti agroalimentari..."          ("ANDATE FORTE!")
"le imprese europee risulterebbero penalizzate ..."    ("AVANTI COSI'!")
"sarebbe stato auspicabile che il trattato prevedesse un aumento della trasparenza  ...."  (" E VAI!") 
".... il mutuo riconoscimento di un prodotto con conseguente rischio per la salute pubblica dovuto all'impiego di sostanze chimiche quali il Glifosato (....) e l'impiego di ormoni negli allevamenti ...."          ("GIUSTO!")
"Il Glifosato è una sostanza chimica vietata in Italia (....) probabili proprietà cancerogene, di interferente endocrino e inquinante acquifero"             ("L'OMS non ha dubbi!")
DAI CHE VI VOTO!!
Tutto ciò premesso
"Il consiglio comunale impegna il sindaco a trasmettere questo ordine del giorno alle Istituzioni Nazionali e Regionali (....) affinché continuino a vigilare sugli sviluppi di questo trattato ......"
Chi non ci crede, legga qui!

Vedete cari signori del PD, il problema non è qualche consigliere comunale che non vi vota a che su temi a lui cari. 
Il problema è che non si può continuare a prendere in giro le persone. E il 4 marzo ve lo diranno milioni di persone!
Carlo


Nessun commento:

Posta un commento