mercoledì 10 agosto 2016

Bugie a rendere

Renzi ha dichiarato che l'abrogazione del Senato farà risparmiare 500 milioni di euro (all'anno). 
Ed ha aggiunto che con i 500 milioni aumenterà il fondo per la povertà da 700 milioni a 1,2 miliardi.
A parte che se considerassimo 1 milione di poveri, si tratta di 100 euro al mese ..., i conti non tornano.
Se un senatore costa 250.000 euro all'anno e ne elimino 200, il risparmio è di 50 milioni. Per gli altri 100 il risparmio invece è irrisorio. I risparmi indiretti indotti dall'eliminazione di 200 senatori sono inferiori al costo dei senatori.
Tutto compreso, e siamo generosi, il risparmio sarà di 100 milioni / anno: 1,65 euro a cittadino.

Senza con questo voler offendere nessuno, ossiamo dire che abbiamo un presidente del consiglio che da i numeri.
Il Referendum sulla Costituzione, che secondo Renzi si sarebbe fatto la prima settimana di ottobre, o forse l'ultima di settembre, si farà a fine novembre o inizio dicembre, ... perché prima si deve fare la finanziaria. Si sa 2 cose per volta questo governo non riesce a farle.
Chiediamoci qundi quante di queste promesse farlocche dovremo sentire nei prossimi 4 mesi.
Carlo

Nessun commento:

Posta un commento