lunedì 20 giugno 2016

I conti senza l'oste

Questo post potrebbe anche intitolarsi "miseria e nobiltà".
A maggio tutte le amministrazioni locali dei Comuni intorno all'inceneritore del Gerbido hanno approvato il nuovo regolamento del Comitato Locale di Controllo.
Come ho già raccontato, è difficile dire se questo regolamento sia più truculento o più ridicolo.
Dopo più di due anni che le amministrazioni locali del PD hanno fatto di tutto per non riunire più il Comitato Locale di Controllo, hanno emanato un regolamento  pre elettorale.
Così quello che doveva essere  il controllo dei cittadini ed era stato il "controllo" dei primi cittadini, è diventato un cenacolo a porte chiuse di primi cittadini che leggono gli atti ufficiali ed ascoltano le relazioni del soggetto controllato (TRM).
E così si sono inventati un sistema di riunioni a porte chiuse dei 6 sindaci, presieduti dal sindaco della Città metropolitana.
Si proprio da lei! 
Chiara Appendino non potrà fare miracoli, ma se lo vorrà, potrà fare molte cose, su molti temi, sicuramente sui rifiuti e sulla loro gestione.
Ma permetettemi. Questo è il momento dello sghignazzo e dello sberleffo. E' una vita che vedo i medesimi personaggi comportarsi con arriganza e tracotanza per distruggere tutto quello che di bello viene costruito da tante persone, con passione. Dal movimento degli studenti, agli "untorelli" del '77. Dalle lotte ambientaliste, a tutti i movimenti di base che hanno rappresentato bisogni e costruito istanze di mille colori. E poi, ora,  anche i diritti sul lavoro.
E quindi, carissimi ex compagni, forse non avete capito cosa vi è successo.
Una risata via ha seppellito! 
Carlo
    

Nessun commento:

Posta un commento