giovedì 28 aprile 2016

Qual'è la differenza tra Virna Lisi e Montà?

Consiglio comunale del 28 apirle 2016
Antefatto
"E' una responsabilità - perché l'abbiamo fatto assieme - che resterà sulle nostre spalle finché non saremo nella tomba! Cosa che per quanto riguarda il sottoscritto, spero che capiterà (sic) il più tardi possibile!"
Perché Montà, il "sindaco" Montà, si è rivolto in questo modo a Mariano Turigliatto durante il consiglio comunale di Grugliasco del 28 aprile 2016?
Riflessione
Alcuni giovani consiglieri comunali del PD oggi hanno scoperto che il loro "sindaco" è stato assessore del sindaco Turigliatto. Verità che non risulta neppure dal curruculum....
Ma quale è stata la causa dello scatto d'ira del sindaco che ha maldestramente scoperto il suo passato. La "Nove". Ma non è importante.
Io - piuttosto - sono rimasto colpito dall'atteggiamento della presidente del consiglio comunale, Florinda Maisto, che a fronte di un implicito augurio di morte prematura ad un avversario politico, è stata zitta. Richiamare il sindaco ad un contegno rispettoso delle sue funzioni e del consiglio comunale sarebbe stato il minimo. E nella passata consigliatura, il presidente del consiglio comunale non avrebbe lasciato passare sotto silenzio le indecorose parole del sindaco.
Poi ho pensato che, se la presidente del consiglio avesse esercitato con la necessaria fermezza il suo mandato, sarebbe incorsa nelle ire del sindaco. Non in aula. Dopo. Fuori.
Anche senza rifletterci molto, comprendere che chi dice - mentre  inveisce contro un avversario politico - "... fino a quando non saremo nella tomba. Cosa che per quanto riguarda il sottoscritto spero che capiterà il più tardi possibile!",  Implica che non te ne frega niente se al tuo avversario capita presto. Anzi...
Ma, per un verso queste cose portano bene al destinatario del malaugurio, e quindi ...
Poi finalmente ho capito! Le intemperanze di Montà da anni sono oggetto dell'ironia dei grugliaschesi (che comunque per prudenza si tengono lontani).
Ma per la maggioranza, presidente del consiglio comunale in testa, vale una regola:
"Con quella bocca può dire ciò che vuole!". Come Virna Lisi, per l'appunto.
 Carlo

Nessun commento:

Posta un commento