martedì 19 gennaio 2016

Obsolescenza cronometrata

Le conoscenze scientifiche permettono oggi alla tecnologia di raggiungere obiettivi impensabili fino a pochi anni fa.
Penso che ogni tanto ognuno di noi pensi: "Ma non è che sono un po' troppo ossessionato dall'ambiente, dai prodotti pericolosi o taroccati, ecc. ecc.?"
Mi pongo con frequenza queste domande e trovo la cosa veramente utile.
Devo dire però, che alcuni giorni fa, quando ho pubblicato il post sull'obsolescenza programmata, non avrei mai pensato che potesse succederci questo ...
A fine 2013 l'auto di Cristina ha ci ha lasciati dopo una lunga ed onorata carriera. Così abbiamo cercato un'altra auto: una XXXXXXX XX. E siamo stati veramente soddisfatti. Un'auto carina, agile, facile da guidare, con consumi irrisori, piccola fuori e grande dentro. 

Cosa si può volere di più?
Ci hanno addirittura consigliato di fare il secondo tagliando qualche giorno prima dei 2 anni, così la garanzia era ancora valida nel caso riscontrassero qualcosa ....
La scorsa settimana abbiamo portato la macchina a fare il tagliando. I 2 anni scadevano domenica 17.
Come capita in questi casi ci hanno fatto svariate proposte, tra cui quella di acquistare una proroga della garanzia di 2 anni. 
Dopo breve ed intensa meditazione abbiamo declinato; la cifra era alta e la macchina non ha mai dato il benché minimo problema.
E si sa che i problemi delle autovetture iniziano manifestarsi dopo i 4 anni ... !
Lunedì 18 gennaio Cristina sale in macchina. Accende. E si accende anche una spia fino ad allora ignota. 
Va dal concessionario XXXXXXX. "Cos'è?". " E' la spia dell'autodiagnosi di anomalia del motore!"
Oggi la diagnosi: " E' un problema di elettronica!".
Orqa, a pensar male si fa peccato, ma come ci diceva uno che di peccati se ne intndeva, "sovente ci si azzecca!"
 
 

Nessun commento:

Posta un commento