sabato 2 gennaio 2016

La riduzione delle bollette. Una bugia dalle gambe corte.

Le feste natalizie oltre all'inaugurazione della Variante di Valico e di 6 "domus" nel sito di Pompei (per l'occasione zelanti cronisti le hanno fatte diventare "6 domus auree" ...) ci hanno fatto arrivare una riduzione del costo delle bollette dell'energia elettrica. 60 euro all'anno. Non si diventa ricchi, ma sputateci sopra.

L'annuncio  "Dal 1° gennaio 2016 doppio ribasso per le bollette dell’energia. Per la famiglia-tipo la bolletta dell’elettricità registra infatti un calo del -1,2%" sembrava netto, ma il comunicato in cui sono inciampato mi è parso troppo lungo. Troppo lungo per illustrare una riduzione di 60 euro all'anno. 
E poi Renzi di solito fa avere 80 euro. E' quindi fondato il sospetto che ci sia sotto qualcosa.
E così ho scoperto che la famiglia - tipo ha consumi medi di energia elettrica di 2.700 kWh all’anno e una potenza impegnata di 3 kW.  

Un momento! Io consumavo da 2.500 a 2.700 kWwh 10 anni fa. Poi con un po' di interventi ed un po' di attenzione, pur mantenendo una vecchia lavatrice, sono sceso abbondatemente sotto i 2.000 kWh

Altro che 60 euro! Viene il dubbio che sia la "Solita Sola" di Renzi. E continuo a leggere.

"Nel I trimestre del 2016 il ribasso per l’energia elettrica è sostanzialmente dovuto ad un forte calo dei  costi complessivi per l’approvvigionamento della “materia energia” che riflette le dinamiche di prezzo sul mercato all’ingrosso, ad un leggero adeguamento al ribasso degli oneri di sistema e ad un lieve ribasso delle tariffe di trasmissione, distribuzione e misura; cali in parte controbilanciati da un aumento delle componenti relative all’attività di commercializzazione della vendita al dettaglio"

Insomma, la riduzione dei costi è dovuta alla riduzione dei costi del petrolio. L'Amato Leader non c'entra nulla. Magari c'entra Obama che ha deciso di triturare l'Alaska per sottrarsi ai ricatti dei Sauditi (e non solo).

L'Amato Leader invece c'entra con l'aumento degli importi in bolletta legati alla commercializzazione.

In altri termini se consumate poco - e non siete quindi una famiglia media da 2.700 kWh - vi si riduce il costo dell'energia e si aumentano i costi della componente commerciale, con il risultato che la vostra bolletta sarà più cara.

Tutto questo mentre per altro verso pontificano sui provvedimenti antismog.

Fortuna che piove. Ma per questi ministri e sottosegretari l'unica cosa che viene in mente è Dario Fo del 1977 con e chi ce lo fa fare.

Nessun commento:

Posta un commento