mercoledì 23 dicembre 2015

Buana e "i compagni che sbagliano"

Uomini o faraoni?
Nell'ultimo consiglio comunale Buana è stato insoltamente silenzioso.
Il Suo Sindaco è stato pescato con le mani nella marmellata.
Non ha pagato la tariffa rifiuti per 5 anni!
Difenderlo in nome della lotta ai furbetti era obiettivamente difficile. E così Buana ed i suoi sono stati zitti.
Non per scelta. Per ordine del sindaco. Che ben conoscendo il valore delle sue truppe, sapeva che non poteva utilizzarle neppure per sollevare il solito polverone!
A risolvere la questione ci avrebbe pensato lui. Anche perché, se ci pensava Buana, altro che dimissioni. Rischiava la galera!
Così Buana è stato zitto. Che diamine! Gli hanno promesso che, se starà bravo, al prossimo giro il sindaco sarà lui!
Così il Sindaco, Bontà Sua, ha spiegato tutto. 
Tanti impegni. una distrazione. E poi nessuno l'ha avvisato!
la moglie, la figlia, le cavallette!
E poi, che diamine, adesso ha pagato. Cosa si vuole di più?
E' una vicenda che non esiste! Non c'è nulla! Solo un modo di far politica che fa schifo. Rancori personali.
Se era cos'ì semplice perché la maggioranza di Bontà Sua non ha detto nulla?
Imbarazzo? Incapacità?  Forse perché la maggioranza non c'era! Il consiglio comunale si è tenuto solo perché il consigliere di destra ha garantito il numero legale. E' arrossito un po', ma l'ha fatto.
Tante parole, ma resta un fatto.
Bontà Sua non ha pagato la tariffa rifiuti. E non per un anno. Per 5 anni! 
E la maggioranza (che non c'era)  con l'aiuto della destra, ha accettato che si è trattato di un errore.
Insomma, per PD e PdL (e compagni vari)  i Sindaci del PD che non pagano la tariffa rifiuti sono solo dei compagni che sbagliano.
E il PD non li rottama perché non vuole produrre rifiuti!  Che diamine, sono ambientalisti!
Diciamocelo. Che i rifiuti e l'inceneritore avrebbero causato problemi era cosa certa. 
Ma ancora una volta la realtà ha superato la fantasia, e credo che nessuno abbia mai immaginato che giungessero fino a questo punto!

Nessun commento:

Posta un commento