venerdì 25 dicembre 2015

Auguri

Auguri da un amico e collega che mi fa piacere girare a tutti.


Quello che stiamo vivendo è sicuramente un tempo difficile.
Sembra che i venti della guerra vogliano nuovamente soffiareimpetuosi. Basta una crisi e crescono le voci che desiderano rispondere con violenza alla violenza, con odio all'odio.
Sono in difficoltà le relazioni tra le persone, tra i popoli, tra gli esseri umani e questa nostra povera terra che continuiamo a martoriare senza ragione.
E' un tempo, soprattutto, in cui vedo necessario opporsi a tutti i tentativi di costruire "muri" che dividono, impediscono il dialogo, illudono di poter tenere distanti i problemi del mondo. Ed è necessario, invece,costruire più "ponti" possibile. Spazi ed occasioni, cioè, di confrontotra le diversità presenti, di incontro tra le persone. 
I muri e i ponti sono la metafora del nostro tempo.
I primi distruggono la civiltà, i secondi sono la premessa necessaria per lo sviluppo sociale ed una possibile convivialità tra le persone.
Per questo natale, vi auguro, soprattutto, di essere costruttoridi ponti e distruttori di muri...
Buon Natale e felice anno nuovo

Nessun commento:

Posta un commento