martedì 26 agosto 2014

La bolletta dell'IREN

Se fossimo all'inizio di un'estate (vera) vi direi di portari al mare la bolletta dell'IREN e non la settimana enigmistica. Tra consumi inventati e 100 voci di bolletta la "Beneamata" cade nel ridicolo. Ma i casini sono tutti miei! Anzi, probabilmente sono anche vostri!"
Giovedì 21 agosto. Apro la cassetta delle lettere, prendo la bolletta della luce, apro. 199,00 euro
Cosa ho fatto di male? Sarà un conguaglio! Ma non mi quadra lo stesso.
Allora confronto le mie letture del contatore con quelle dell'IREN ...
 
"e poi?" ...  Poi negli ultimi giorni di giugno hanno sostituito i contatori di tutto il condominio.Nulla di grave se non fosse che circa 500 Kwatt/ora in più sulla bolletta sono un po' troppi. 

Così telefono al numero verde dell'IREN 800 034 555
Dopo essermi conquistato i colloquio con un operatore con una lunga attesa, mi viene spiegato che visto che hanno cambiato il contatore devo comunicarLe di dati.
Scendo in cantina e leggo io  numeri.
Ritelefono al 800 034 555 mi risponde un'altra operatrice. A fronte dei dati mi dice:
"Guardi che i dati della fatturazione non sono consumi stimati. Sono consumi rilevati dall'addetto!"
"Guardi che non è possibile. I contatori sono in cantina e si accede solo con la chiave. Non mi risulta che passi qualcuno tutti i mesi a leggere i contatori"
"No, no. Sono dati derivanti dalla lettura"
"Scusi, credo proprio che non sia così. Vivo in questa casa da molti anni. non mi risulta che ...". 
"In ogni caso la lettura non la facciamo noi! La lettura è fatta da Enel Distribuzione. Le do il fax. A no. Lei è a Grugliasco e non ho il numero. Se lo deve cercare Lei"
Due operatrici gentilissime, ma non ho in mano nulla. Salvo avere fatto alcune domande perfide a cui non sapevano rispondere. (per IREN: non fatele licenziare dl call center per questo, please)
Cerco il numero di Enel Distribuzione. Non si trova un numero di ENEL Distribuzione di Grugliasco.
Telefono all'amministratore:
"Buongiorno Amministatore, quando hanno tolto i contatori, hanno lasciato dei dati?"
"No"
"Le risulta che passi mensilmente un addetto che accede alle cantine per la lettura dei contatori?"
"No"
Ma tutto questo, in un modo o nell'altro (anche senza il vecchio contatore) lo posso risolvere.

Quello che è veramente indecente è la  bolletta dell'energia elettrica dell'IREN del mese di settembre
Ma voi lo sapete che pagate una quota fissa ...
di commercializzazione vendita di 2,50 Euro/mese?
di "Componente di dispacciamento parte fissa"? In questa occasione di - 1,0485 Euro/mese. Che C....!
di "Componente di dispacciamento parte fissa (SII)"? In questa occasione di 0,01 Euro/mese. 
E questo per i "Servizi di vendita"
Ma pagate anche una quota fissa anche per i "Servizi di Rete".
Quota fissa di 0,51 Euro/mese
Quota potenza di 0,4964 Euro/mese per Kw, quindi per chi ha 3 KW 1,49 euro/mese
Insomma questa bolletta 4,46 euro/mese più Iva e accise... 
Ma poi si paga la quota energia. Ovvio!
0,093 euro/kWh. Ed il conto è presentato separatamente per ciascuno dei 7 mesi.
Po si pagano le perdite di rete: 0,00967 Euro/kWh. Anche qui il conto è presentato separatamente per ciascuno dei 7 mesi.
Quindi il dispacciamento. E passo da 0,01138 euro/kWh ad inizio periodo a 0,101671 euro/kWh a fine periodo. Sempre con conti separati per ciascuno dei 7 mesi.
Quindi si paga la componente dispacciamento parte variabile. Qui la perfidia aumenta! l'importo per ogni mese è suddiviso in 3 o 4 fasce di consumo con importi diferenti, All'inizio gli importi variavano da 0,00053 euro/kWh a 0,00454 Euro/kWh; alla fine da 0,00048 Euro/kWh a 0,00818 Euro/kWh
Insomma importi da 48 centomillesimi di euro/kWh a 818 centomillesimi di euro/kWh! Una differenza di poco più di un euro al mese.
In ogni caso la componente dispacciamento parte variabile è articolata in 26 voci!
Dopodiche per acconti versati dal 1° dicembre al 30 aprile (ma perché non considerano tutto il periodo!) su 745 kWh mi calcolano 86,61 euro in detrazione da questo totale.
Finito! NO!
Della quota fissa e della quota potenza per i servizi di rete vi ho già parlato! ma resta la quota variabile!
Ogni mese 3 o 4 scaglioni con importi crescenti. Per consumo, ma anche nel corso dei mesi!
si passa da 0,03752 Euro/kWh e 0,08942 Euro/kWh ad inizio periodo a 0,042402 Euro/kWh e 0,158912 Euro/kWh a fine periodo. Qui l'aumento è rilevante. Da 10 a 15 euro /mese a seconda dei consumi.
In ogni caso anche la quota variabile dei servizi di rete è articolata in 26 voci!
Ma dato che sono un fortunello, anche qui mi tolgono 29,87 euro per i 745 kWh di prima.
Finito! NO!
Ci sono le imposte erariali sempre pari a 0,0227 Euro/kWh articolate per motivi misteriosi in ben 12 voci.
Quindi l'IVA del 10% ed un paio di arrotondamenti.
In totale 95 voci, che con 5 subtotali fanno, tonde tonde 100 voci
E mi addebitano 812 kWh (c'è scritto, ma per capire da dove viene questo consumo occorre avere una visione e fare un po' di calcoli)
A buon peso, ci sono 12 euro di spese fisse per il bimestre (IVA compresa) per cui spendo 187 Euro per 812 kWh, cioè poco più di 23 centesimi a kWh.
Peccato che poco più di 500 di quei kWh non i abbia consumati.
Quando diciamo che in Italia siamo trattati da sudditi, parliamo (anche) di queste cose. Dell'impossibilità di avere una bolletta leggibile e di poter scegliere a chi rivolgersi. E ricordiamoci che IREN, è pubblica
Carlo
P.S.: mi è anche arrivata una comuniczione di IREN da cui risulta che il costo  passa a 0,07 2 euro/kWh. Ironicamente chiedo al call center se è una riduzione. Mi conferma che è una riduzione ...

Nessun commento:

Posta un commento