venerdì 25 luglio 2014

Carioscia in Bianco

I militari prigionieri sono tutelati dalla Convenzione di Ginevra. 
Chi tutela i Consiglieri comunali di Grugliasco?
Come al solito, per chi intende querelare, e quindi per una volta far seguire i fatti alle minacce verbali, la mia firma è in basso a sinistra.

Assistere al Consiglio comunale di Grugliasco - ed ancor più prendervi parte - fa scoprire aspetti del mondo sconosciuti ai più. Il rischio è quello di abituarsi e considerare normale quello che succede. 
In 4 anni, da parte di un "Consigliere Di Maggioranzanon ho quasi mai udito un discorso - condivisibile o no - che entrasse nel merito delle proposte di deliberazioni, delle mozioni e/o degli ordini del giorno.
In linea generale il "Consigliere Di Maggioranza" prende spunto dal titolo di quanto messo in discussione ed inizia a disquisire sul tema, senza preoccuparsi se le sue parole abbiano attinenza con gli effettivi contenuti della deliberazione
Ovviamente non manca mai la lode alla propria maggioranza per quanto fatto. "Chi si loda si imbroda" è un detto sconosciuto nella cintura ovest di Torino. Come sembra sconosciuta l'eventualità di poter usare argomentazioni per supportare le proprie lodi.
Lo scorso Consiglio comunale ha pemesso alla maggioranza di presentare un vero spettacolo pirotecnico. Al "Consigliere Bianco" era permesso di intervenire liberamente fuori microfono con lazzi e commenti degni del "Nuovo Cinema Paradiso" e gli stanchi richiami anonimi della Presidente arrivavano solo dopo le proteste  dell'opposizione.
Così, quando  tutti i consiglieri di opposizione hanno comunicato  di non partecipare al voto per l'elezione del vicepresidente della 6^ Commissione ("Controllo e garanzia") perché la maggioranza continua a difendere la scelta di essersi scelta il consigliere di minoranza da nominare alla presidenza della medesima commissione, il "Consigliere Bianco" ha avuto modo di lasciarsi andare ad una sceneggiata chiedendo l'intervento della Presidente perché altrimenti chissà dove saremo andati a finire
Il "Consigliere Bianco" ha idee ben chiare sulla Democrazia: la minoranza deve fare ciò che dice la maggioranza! Altrimenti quale democrazia sarebbe!? 

giovedì 24 luglio 2014

Niente Commissione, solo omissione

 Per un verso il Sindaco Montà si tiene ben stretta la presidenza della 6^ commissione - "Controllo e garanzia" e per altro verso omette di comunicare informazioni che così diventano imbarazzanti
Come al solito, per chi intende querelare, e quindi per una volta far seguire i fatti alle minacce verbali, la mia firma è in basso a sinistra.
In occasione della Conferenza capigruppo di mercoledì 9 luglio 2014 dove si discuteva dei fatti e delle notizie di cronaca che hanno accostato alla politica Grugliaschese l'ombra della 'ndrangheta, il Sindaco Montà è intervenuto e - in riferimento al consigliere comunale di Grugliasco - ci ha detto che aveva letto l'Ordinanza  "E guardate che non c'è niente" "Solo voci di altri", "Solo fatti riferiti". Le notizie riportate sui giornali parlavano anche di pranzi ed incontri elettorali, ma se il sindaco della mia città dice così, ed io non ho ancora letto l'ordinanza, non ho motivo di pensare che non abbia ragione.
Dopo di ché lo scorso fine settimana ho letto un bel pezzo dell'Ordinanza ed i giornali avevano riferito fedelmente
Ma il problema non è questo
Nelle stesse pagine è citato un certo Bressi  che da quanto risulta nell'Ordinanza, tesseva e teneva i contatti tra il consigliere comunale (ed altri soggetti non grugliaschesi) e l'arrestato per 'ndrangheta. E' evidente che non ci sono reati, altrimenti la Magistratura avrebbe agito differentemente. 
Ma questo Bressi nel 2010 è stato nominato dall' ex sindaco di Grugliasco (quando il sindaco Montà era assessore con delega alle partecipate) nel Consiglio di Amministrazione della società partecipata Le Serre. Società che dopo essersi occupata di cultura, si occupava anche di lavori pubblici.
Quindi nella conferenza capigruppo il sindaco non ci ha detto quanto in sua conoscenza! Non so se si possa "mentire per omissione", ma sicuramente si può omettere di comunicare quello che si sa. E in questo caso, il sindaco Montà sapeva - avendo letto l'Ordinanza - cose fondamentali ai fini della discussione in corso. 
Quale è la conseguenza? Non mi posso fidare di quello che dice il Sindaco Montà!

mercoledì 23 luglio 2014

Cara Presidente del CC e caro Segretario Comunale


Io continuo a pensare che a Grugliasco il problema sia il pressapochismo e la mancanza del senso del ridicolo.  E' così, oppure no?
Come al solito, per chi intende querelare, e quindi per una volta far seguire i fatti alle minacce verbali, la mia firma è in basso a sinistra.
Il consiglio comunale di Grugliasco di lunedì 21 luglio è stato molto interessante. Si è parlato di osservazioni al piano regolatore, di nomina del vicepresidente della "6^ Commissione" ("Controllo e garanzia") e delle recenti cronache che hanno nuovamente portato il nome di Grugliasco all'attenzione dei media per l'imbarazzante struscio di 'ndranghetisti attorno alla città ed all'amministrazione.
Insomma c'erano buoni elementi per potersi confrontare sul significato delle regole, su cosa significa rispettarle e su come dare garanzie alla cittadinanza.
Il piatto forte era una mozione sulla legalità concordata (ed annacquata) a seguito delle notizie di 'ndrangheta, che però era stata seguita da un "question time" del M5S che chiedeva al Sindaco: "Il Raffaele Bressi nominato dal suo predecessore Marcello Mazzù nel CdA della società partecipata Le Serre è lo stesso Raffaele Bressi citato ripetutamente nell'Ordinanza San Michele oggetto dell'indagine del GIP?"

PPS : "niente riforme ed allora elezioni" o "Riforme e niente elezioni"?

Avete presente la pubblicità di quella bibita dove il corridore in fuga segue un apecar invece che andare verso il traguardo?
Nel piccolo mondo della politica grugliaschese, quando si scrive PPS si pensa a PierPaoloSoncin, ovvero al segrarario del locale circolo del Piddì.
In realta il mio PPS è solo un post post-scriptum, che marginalmente riguarda PPS. 
Nel corso dell'ultima conferenza capigruppo (e sì, anch'io sono un "capogruppo" e neintepocodimeno che di "Grugliasco Democratica", ....e mica perché sono l'unico eletto!) quando il collega del M5S ha comunicato di avere ritirato una mozione sulla nomina degli scrutatori, gli ho detto di ripresentarla presto, perché in autunno si va a votare.
Il nostro PPS si irrigidisce ed abbassando professoralmente gli occhiali verso la punta del naso dice "A sì, perché voi sperate che si vada votare". Ne è seguita una serie di battute reciprocamente sciocche.
Ma io non pensavo di fare una battuta quando dicevo che in autunno si va a votare. E non è neppure una speranza. Ma che si possa andare a votare in autunno o in primavera, sembra cosa probabile.
Non so cosa ne pensi PPS, né so se il suo ruolo gli consenta la formulazione di un pensiero autonomo, ma oggi è Renzi che non ipotizza, ma minaccia "Riforme subito o elezioni" e le motivazioni addotte dimostrano che Renzi non solo non è uno statista (ed in effetti non pretende di esserlo), ma dimostrano una concezione della democrazia sui generis.

domenica 20 luglio 2014

Struzzasco

A Struzzasco
 
"Perché mai, vi chiederete voi".
Che dire "Meditate gente, meditate"   
E soprattutto, abbiate un po' di pazienza ...!
Carlo


sabato 12 luglio 2014

Dall'agricoltura industriale e OGM alla libertà di scelta

Mi limito a pubblicare questa mail di Avaaz su una bella iniziativa su OGM e libertà.  Invito tutti a leggere, diffondere e - nei limiti del possibile - mettere mano alla carta di credito
Carlo


--------------
Cari avaaziani,





Clicca per promettere quanto puoi:

2€    3€    6€    12€    24€ Scegli un’altra cifra


Il loro obiettivo è il controllo di tutto il cibo del pianeta: sono 10 multinazionali e hanno già conquistato il 73% del mercato dei semi portando all’estinzione fino al 93% delle varietà in alcuni paesi.

Monsanto & Co. si stanno di fatto comprando la natura. Mettendo in ginocchio l’agricoltura sostenibile e la biodiversità delle coltivazioni, sempre più vulnerabili alle malattie, lasciandoci così sempre più a rischio carestie.

Ma molti agricoltori stanno resistendo, preservando i semi in depositi e fattorie in tutto il mondo. E ora hanno un progetto rivoluzionario: il primo “Google” no profit delle sementi, un sito in cui ogni contadino, ovunque, può cercare o vendere tantissime varietà di piante a prezzi più bassi dei semi OGM industriali. Questo enorme negozio online potrebbe ripopolare il mercato con semi di tantissime varietà e mettere fine a questo assurdo monopolio.


martedì 8 luglio 2014

Scuola e carta igienica


Ieri mattina ho provato ad ascoltare un dibattito sulla scuola su radiorai. Ad un certo punto il conduttore ha interrogato il sottosegretario di turno con il tono di chi vuole riportare l'interlocutore alal realtà. " Si va bene, sono tutti bei progetti, ma le risorse? Le risorse sono un problema per la scuola italiana che non ha neppure i soldi per comperare la carta igienica!". " E questo solo per fare un esempio delle mille carenze...."
Trovo incredibile che da più di 15 anni l'unica cosa che il