mercoledì 11 giugno 2014

Prendere le staffe

Sull'arca di Noè non c'è posto per tutti
All'inizio dell''inverno, un mio amico si rese conto che gli 8 armadi con soppalco altri quasi 3 metri situati negli uffici  dell'ASL dove lavorava non erano ancorati al muro e potevano quindi di ribaltarsi. Gli addetti alla sicurezza non avevano mai visto o detto nulla e così, visto che non voleva fare casino, si limitò a telefonare al "Servizio tecnico" per fare venire un manutentore che con trapano, staffe e tasselli fissasse gli armadi.
A inizio marzo capì che che non sarebbe successo nulla, così scrisse una richiesta formale.

A metà aprile finalmente arrivò l'addetto del "Servizio tecnico", ma "doveva solo vedere di che tipo di lavoro si trattasse".

A metà maggio passò nuovamente un addetto del "Servizio tecnico". Per mettere 8 staffe con 8 tasselli e 8 viti? Macché! "Per vedere di che lavoro si trattava". "NO. Il lavoro non l'avrebbero fatto loro del Servizio Tecnico perché era un lavoro complesso. Avevano già contattato un azienda esterna".
A fine maggio passò nuovamente un signore non identificato, "per vedere di cosa si trattava"
E una settimana dopo finalmente arrivarono gli addetti dell'azienda incaricata.
Osservarono con aria interessata e meditabonda e poi chiesero:
"Se potete svuotare il ripiano, mettiamo un tassello!"

"Se volete lo facciamo - rispose una persona che lavorava in quei locali - ma ci sembra che non ce ne sia bisogno"
"Dobbiamo forare la parete dell'armadio per mettere un tassello!"
"Scusi, ma c'è il battiscopa e dietro l'armadio c'è uno spazio di quasi 1 centimetro" " e poi, non credete che sarebbe bene mettere una staffa?"
E così dopo una approfondita discussione i due addetti della ditta specializzata chiamata dall'ASL per fare questo "lavoro complesso" tornano al loro furgone.
Dopo quasi mezz'ora il mio amico scende e chiede "C'è qualcosa che non va?"
"Non abbiamo le staffe!"
"A 500 metri c'è una ferramenta"
Il furgone riparte e ancora oggi non si ha notizia di chi e quando metterà le staffe.
Anni fa, sentii un'assistente sanitaria urlare come un aquila. Andai di corsa nell'ambulatorio e vidi 2 poveretti che dopo aver messo 20 piastrelle intorno ad un lavandino avevano provato a sostenere che il lavoro era fatto bene.  
Tornarono al pomeriggio e fecero un lavoro decente!
Sempre in quegli anni mi raccontarono di 2 medici ospedalieri che andarono a lavorare al sabato e con un infermiere rifecero l'impianto elettrico dell'ambulatorio. Mi dicono che l'impianto è sempre ancora lì e funziona ancora perfettamente.  
Morale
Un dipendente pubblico che si comporta come se il lavoro fosse fatto a casa sua impedisce uno scempio.
Una serie di dipendenti pubblici continua a sciabattare senza concludere nulla. Ma gli sciabattatori non solo non fanno i lavori, ma fanno in modo che i lavori non vengano fatti.
Gli addetti dell'azienda privata specializzata sembrano quasi peggio dei dipendenti pubblici
Provate a dire che sono piccole storie
Carlo
  
    

Nessun commento:

Posta un commento